Libri, “Vite segrete” nascoste dal web e raccontate da Andrew O’Hagan

Libri, “Vite segrete” nascoste dal web e raccontate da Andrew O’Hagan

Summary:

Ci sono oltre sessanta milioni di nomi falsi su Facebook, che di certo portano a delle vite poco ordinate, a dei trabocchetti, riflessi di una società che scompare nel suo immaginario. Chi è Santoshi Nakamoto? Cosa sono i Bitcoin? Chi Naviga nel dark web? Storie reali che si intrecciano con miti digitali e racconti futuristici già passati. Un domani […]

Ci sono oltre sessanta milioni di nomi falsi su Facebook, che di certo portano a delle vite poco ordinate, a dei trabocchetti, riflessi di una società che scompare nel suo immaginario. Chi è Santoshi Nakamoto? Cosa sono i Bitcoin? Chi Naviga nel dark web? Storie reali che si intrecciano con miti digitali e racconti futuristici già passati. Un domani azzerato in uno spazio-tempo alterato. Non è un incubo Orwelliano ma l’inquietante realtà che traspare da questi tre racconti basati su fatti realmente accaduti in cui ci scaraventa lo scrittore Andrew O’Hagan.

Tre storie dicevamo distinte ma unite da un fil rouge: la nostra vita che si digitalizza. Non è difficile amare il ritmo sincopato di questo libro, perdersi negli intrecci e nella vita dei suoi protagonisti. Ma chi sono? Julian Paul Assange è un hacker informatico, editore e attivista australiano che ha fondato WikiLeaks nel 2006. WikiLeaks è una piattaforma arrivata all’attenzione internazionale nel 2010 quando ha pubblicato quasi mezzo milione di documenti ottenuti dall’analista di intelligence dell’Esercito degli Stati Uniti Chelsea Manning, relativi principalmente alle guerre in Iraq e Afghanistan. Anche se molte delle informazioni erano già di pubblico dominio, l’amministrazione del presidente Barack Obama ha considerato le fughe di notizie come una minaccia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Nel novembre di quell’anno, WikiLeaks ha iniziato a pubblicare circa 250.000 informative diplomatiche confidenziali statunitensi. Questi documenti classificati risalgono per lo più al periodo 2007-2010, ma alcuni di essi risalgono al 1966.

Tra gli argomenti trattati vi erano anche i retroscena degli sforzi degli Stati Uniti per isolare politicamente ed economicamente l’Iran, soprattutto in risposta ai timori dello sviluppo di armi nucleari da parte dell’Iran. La reazione dei governi di tutto il mondo è stata rapida e molti hanno condannato la pubblicazione. Assange è diventato il bersaglio di gran parte di quell’ira, e alcuni politici americani hanno chiesto che fosse perseguito come terrorista.

Facebook, una strana storia di agenti che usano come copertura i nomi di bambini morti e il dark web, ingredienti torbidi per una storia che ci vede risucchiati in un mondo di menzogne che dal virtuale invade ogni luogo del nostro esistere in un gioco di specchi.

Ed infine una terza storia affascinante sull’inventore del Bitcoin, su colui che si cela dietro il nome di Satoshi Nakamoto, gli intrighi e le vicende che hanno creato il mito e obbligato un genio a scomparire nel nulla rinunciando a molti milioni ma forse salvandosi da un destino peggiore. “La vita segreta, tre storie vere dell’era digitale” edito da Adelphi è un must per cominciare a comprendere le molte dimensioni del tempo che viviamo.

Join the discussion

Sir H. Prof. G.C. Gabriele Pao-Pei Andreoli

gabriele

gabriele