Alla scoperta della Medicina ortomolecolare con il libro del professor Panfili

Alla scoperta della Medicina ortomolecolare con il libro del professor Panfili

Il testo descrive la medicina ortomolecolare, la più antica medicina a misura d’uomo, che cura l’essere nella sua globalità, prendendo finalmente per mano paziente e medico in un’emozionante cavalcata nei settori più disparati e meno battuti della medicina

La medicina ortomolecolare si basa essenzialmente sul corretto uso della nutrizione, di aminoacidi, vitamine, minerali e sulla l’integrazione attraverso l’uso di enzimi, antiossidanti, acidi grassi essenziali, pro-ormoni, probiotici, fibre dietetiche, che devono necessariamente essere integrate nella dieta.

Oggi spesso questo concetto è stato attribuito al termine Biohacking, che proprio come la medicina ortomolecolare si avvale delle modalità multiple delle varie discipline scientifiche di tutto ciò che può contribuire a migliorare la salute e la qualità della vita, ripristinando in maniera ottimale l’assetto biochimico individuale, unico ed irripetibile per ogni persona.

Questo libro, medicina ortomolecolare, una terapia a misura d’uomo è particolarmente importante per comprendere la base del lavoro interdisciplinare che è fondamento di una buona cura del corpo biologico connesso con lo sviluppo e gestione del pensiero e dello “spirito” azioni e concetti che si traducono in una longevità produttiva e felice dell’essere nel suo insieme. Il testo descrive la medicina ortomolecolare, la più antica medicina a misura d’uomo, che cura l’essere nella sua globalità, prendendo finalmente per mano paziente e medico in un’emozionante cavalcata nei settori più disparati e meno battuti della medicina alla scoperta un universo che scopriamo essere parte del nostro vivere reagire e divenire, cristalli, fiori di Bach, kinesiologia e molto altro rendono il libro un compendio affascinante attraverso il quale scoprirsi.

Un libro per aiutarci a superare meglio questo secolo sconvolto dall’inquinamento, da pandemie, da nuove e insidiose nevrosi che hanno accompagnato la rivoluzione tecnologica. La riscoperta dell’Umanesimo, inteso quale reale e ultima dimensione della guarigione, l’uomo che risvegliatosi e forte delle sue capacità corre in aiuto all’altro uomo, ponendosi dunque egli stesso come strumento attivo di sublimazione della terapia.

Per comprendere questo testo fino in fondo bisogna parlare del suo eclettico autore il professor Adolfo Panfili presidente dell’Associazione Internazionale di Medicina Ortomolecolare (A.I.M.O.) su incarico del premio Nobel Professore Linus Pauling è infatti colui che ha introdotto ufficialmente questa pratica in Italia. Rettore presso l’Università Popolare degli Studi di Milano (www.unipopmi.it) della prima facoltà al mondo sulle Scienze Ortomolecolari e Naturopatiche, con lo scopo di diffondere l’informazione e procedere alla formazione di professionisti in questa branca della salute in forte espansione.

L’approccio sviluppato in Italia dal professor Adolfo Panfili risulta unico al mondo, coniuga insieme tutte le branche della medicina, senza preclusioni di alcuna, partendo dalle solide ed innegabili basi della medicina allopatica, usandola con discernimento ed integrandola con l’omeopatia, la fitoterapia, l’agopuntura, la chiropratica e l’osteopatia, settori nei quali il professore si è affinato e perfezionato nel corso di oltre 40 anni di professione, conferenze, seminari, lezioni universitarie ed esperienze tenute in tutto il mondo. Particolare interesse suscita il campo della psichiatria ortomolecolare, nel quale il prof. Adolfo Panfili allievo del prof. Abhram Hoffer, padre della psichiatria ortomolecolare, si è interessato dell’uso della medicina ortomolecolare a sostegno ed integrazione dei problemi psichiatrici. Con questa rapida carrellata sull’autore occludiamo affermando che qualunque cosa siate voi interessati a fare il vostro “essere” nel suo insieme ne è lo strumento, il veicolo attraverso il quale esprimere grazie anche a questo libro il meglio di sé.

Join the discussion

Sir H. Prof. G.C. Gabriele Pao-Pei Andreoli

gabriele

gabriele